Proprietà olio extravergine di oliva

Quando parliamo dell’olio, solitamente siamo portati a pensare al famoso prodotto da cucina. In effetti la composizione è la stessa creata per il settore alimentare, ma i suoi benefici vanno ben oltre la cucina. In questo nuovo articolo scopriremo le proprietà dell’olio extravergine di oliva.

Sbagliando consideriamo l’olio come un condimento ignorando o dimenticando le altre proprietà, gli enzimi, le proteine e gli antiossidanti naturali rendono l’olio un vero e proprio alimento. Il primo consiglio che viene dato è utilizzare gli oli vegetali, che si ottengono grazie alla spremitura a freddo e filtrati, diversamente da quello che accade con gli oli industriali.

Proprieta olioVolete conoscere ulteriori proprietà dell’olio extravergine di oliva?

Il secondo consiglio è quello di conservare l’olio rigorosamente al buoi in luoghi freschi e asciutti. Bisognerebbe esitare di superare i 180/200 gradi durante la cottura, superando questo livello gli oli diventano dannosi, se parliamo di quantità minime il rischio diminuisce sensibilmente, ciò che è certo è che gli oli non vanno riutilizzati dopo la frittura, se è proprio necessario farlo abbiate l’accortezza di filtrarlo.

E’ vivamente sconsigliato unire olio e burro, nonostante molti dei nostri piatti, in Italia, consigliano di farlo seguendo le ricette originali.

L’olio considerato più salutare è l’olio extravergine e l’olio di oliva vergine, ricchi di vitamina E. E’ l’unico olio che resiste a temperature fino ai 220 gradi ed è anche il più digeribile, ideale contro la stitichezza.

Ottimi per le fritture sono l’olio di girasole e di arachide, ma andrebbe comunque evitato il riutilizzo se non dopo un opportuno filtraggio. L’olio di soia è consigliato per le persone diabetiche e per chi soffre di malattie nervose.

Questo articolo è già stato letto 1250 volte! Condividilo e aiutaci a renderlo popolare!

Lascia un commento