Botulino

Il Botox agisce non riempendo la ruga ma provocando un blocco del rilascio dell’aceticolina e quindi della contrazione muscolare. E’ molto indicato per quelle rughe di espressione (frontali, glabellari, perioculari) che risentono solo parzialmente del riempimento con acido ialuronico. Infatti, essendo rughe di espressione, durante il movimento continuano a manifestarsi e per la loro sottigliezza mal si adattano alla iniezione di fillers; dopo progressive iniezioni si produce una distensione cutanea che riduce la ruga; la quale comunque potrà poi essere riempita con acido ialuronico a bassa densità.

Botulino

Nei soggetti che non presentano rughe a riposo ma che usano molto i muscoli orbicolari e frontali (in genere soggetti giovani) per esprimersi, l’azione del botulino potrà avere una benefica azione preventiva sulla comparsa della ruga.

E’ bene precisare che contrariamente a quanto si è letto su molti giornali il botulino non paralizza il muscolo ma riduce semplicemente la contrattilità muscolare.

Effetti Collaterali Botulino

Effetti Collaterali BotulinoGli effetti collaterali sono molto rari se l’iniezione viene eseguita da mani esperte.L’effetto della tossina dura circa sei mesi. L’impiego della tossina per usi cosmetici è stato approvato in Italia. Di fronte ad alcune allarmanti notizie diffuse recentemente dai media senza alcuna base scientifica va ribadito quanto segue: ogni farmaco ha una dose letale ; la dose letale della tossina botulinica è di 40 unità per chilo: quindi in un soggetto che pesa 60 chili bisognerebbe iniettare 2400 unità per avere il 50% di possibilità di provocarne la morte !

Riteniamo che il “botulino” possa costituire una valido strumento del trattamento anti age a condizione che venga eseguito con la necessaria serietà. In particolare sono inesistenti i rischio di allergia, infezione e anche il rischio immunologico è raro se vengono seguite le necessarie precauzioni.

Controindicazioni Botulino

Controindicazioni BotulinoLe controindicazioni sono costituite dalle malattie neuromuscolari (quali per esempio dalla miastenia, )e dall’assunzione di farmaci (penicillamina, clorochina, ciclosporina). Gli effetti collaterali più frequenti sono la cefalea e il dolore in sede di iniezione .Possibile è anche la ptosi palpebrale. Tutti gli effetti collaterali sono comunque transitori.

L”uso estetico del botulino è approvato solo per le rughe glabellari, frontali e perioculari, tuttavia sotto la diretta responsabilità del medico può essere utilizzato anche in altri distretti, per esempio il collo dove può servire per attenuare le inestetiche bande verticali.

Come funziona il botulino?

Come funziona il botulinoIl muscolo frontale è l’unico muscolo in grado di elevare il sopracciglio mentre gli altri muscoli, il procero, il corrugatore, l’orbicolare lo abbassano. Il muscolo corrugatore adduce e abbassa il sopracciglio e si presenta sotto forme variabili. E’ responsabile delle rughe verticali della glabella mentre il procero è responsabile delle rughe orizzontali. Un muscolo molto importante è anche il muscolo orbicolare, Di questo muscolo possiamo distinguere una parte laterale, responsabile delle cosiddette “zampe di gallina” e che offre una risposta eccezionale al trattamento.

La parte superomediale deprime la parte mediale del sopracciglio mentre la parte superiore lo adduce.Il trattamento col botox della parte superiore dell’orbicolare determina il tanto desiderato effetto del “lifting del terzo esterno del sopracciglio”. Con l’iniezione  di  piccole  quantità di  botox  nel  muscolo  traverso  nasale  è  possibile  eliminare  anche le  cosiddette “bunny  lines” vale  a dire le  antiestetiche  rughe  traversali che  compaiono  sulla superficie  nasale.

Con il Botox possono essere trattate le rughe radiali periorali, in alternativa o in combinazione con altre metodiche quali peeling, laser e fillers.Inoltre può essere utilizzato per irrobustire il labbro superiore iniettando in corrispondenza del muscolo elevatore del labbro superiore.

Il Botox inoltre può essere utilizzato al posto dei fillers per ridurre il solco nasolabiale soprattutto in quei soggetti in cui il solco naso labiale è di origine muscolare. Questo può essere effettuato sia iniettando il muscolo zigomatico che l’elevatore superiore dell’ala del naso.

Un altra possibilità che fornisce il botox è quella di trattare le cosiddette rughe della marionetta, cioè quelle della commissura labiale. Questo può essere ottenuto iniettando una o due unità di botox nel muscolo depressore dell’angolo della bocca.

Ricordiamo che i trattamenti del medio inferiore del viso non sono ufficialmente approvati e avvengono sotto la diretta responsabilità del medico.

Questo articolo è già stato letto 2300 volte! Condividilo e aiutaci a renderlo popolare!

Lascia un commento