L’aspetto vale più della sostanza? Perchè l’estetica è tutto

Sono molte le persone che ogni giorno si ritrovano a dover combattere con il loro sovrappeso, con una condizione di obesità che spesso e volentieri le costringe a dover vivere una vita che è molto meno entusiasmante rispetto a quella di qualunque altro. Ormai ci sono tantissimi metodi tramite i quali si può arrivare al dimagrimento fisico con risultati anche piuttosto tangibili, tant’è che tra creme snellenti, diete alimentari mirate, esercizi fisici specifici e prodotti o soluzioni di vario genere ci sono davvero tante possibilità per ottenere il proprio obiettivo finale. Il fatto è che, come per ogni altra cosa al mondo, bisogna anzitutto volerlo!

Il raggiungimento di una corporatura snella non è solo uno step necessario per poter vivere in salute distanti da problemi quali l’obesità o il diabete, o per poter godere della piena mobilità; ma è anche condizione necessaria per poter condurre una vita anzitutto improntata sull’autostima, laddove un bell’aspetto fisico diventi occasione utile per poter tornare a guardare lo specchio con fiducia, ammirazione e positività verso il futuro.

L’attenzione per il canone estetico, del resto, non si riflette solo sul dimagrimento fisico ma va a riguardare tanti altri accorgimenti tipici del quotidiano: dalla pelle tirata a suon di creme effetto lifting fino al ringiovanimento cutaneo per mezzo della chirurgia estetica, dalla battaglia agli inestetismi cutanei fino alla cura quasi maniacale dei diversi aspetti corporei. Insomma, è evidente che oggi più di ieri tendiamo ad essere molto concentrati nel raggiungimento di una piacevolezza estetica che possa realmente dirsi tale. Ma perchè accade tutto ciò?

Senza alcun dubbio i mass media hanno esercitato una pressione decisamente considerevole su questo fronte, se non altro perchè proponenti dei canoni di donna o di uomo che tendono a sfiorare la perfezione: l’effetto emulazione da parte delle giovani generazioni è pressoché immediato. Ma anche nei giornali siamo soliti rivenire corpi di persone quasi impeccabili (seppur spesso ritoccati con software di grafica) così come in qualunque agenzia fotografica occorre esser belle per poterci lavorare dentro. Persino in molti ambienti di lavoro è richiesta una bella presenza fisica alla persona che vuol ricoprire quel determinato in carico, soprattutto per quanto attiene lavori che prevedono un contatto con il pubblico assai spiccato (come ad esempio il ruolo di segretaria o di barista).

Ciò vuol dire che l’estetica sta prendendo il sopravvento sull’aspetto interiore di ciascuno di noi? Forse, o meglio, probabilmente è così. Nella vita di tutti i giorni c’è sicuramente spazio per tutti, ma per alcune realtà particolari l’attenzione all’aspetto sfiora quasi il limite della morbosità.
A sostenere ancor più convintamente questo profilo ci si mette poi il fatto che parecchie persone siano solite lavorare sulla loro piacevolezza estetica anche solo per godere di una vita relazionale più facile, serena, tranquilla; ma soprattutto per rafforzarsi sotto il punto di vista dell’autostima: d’altra parte più sicurezza in sé stessi è spesso la porta d’accesso verso grandi conquiste nel quotidiano!

Di conseguenza non v’è bisogno di essere delle modelle o delle aspiranti showgirl né lavoratrici di un’agenzia fotografica per poter avere una particolare attenzione del proprio aspetto: è sufficiente esser motivati dal fatto che una persona non per forza bella, ma quantomeno piacevole da ammirare, è sicuramente un individuo a cui la vita risulta essere un po’ più facile.
Dopodiché se al bell’aspetto esteriore vi si abbina anche un’intelligenza di fondo ed una profondità d’animo, beh, tanto meglio sia per la persona interessata che per la gente con cui questa avrà modo di relazionare!

Lascia un commento